Equo Compenso

SIAE-Dal 1° gennaio 2014 ogni device provvisto di memoria interna costerà di più a causa dell’Equo Compenso. Acquistare quindi un nuovo tablet, smartphone, computer, pendrive, memoria sd, avrà un costo maggiore, un “contributo” imposto a tutti i produttori ed importatori di apparecchi dotati di memoria interna che possono essere utilizzati per la registrazione di contenuti digitali. La nuova tassa serve a “tamponare” quel settore colpito dalla pirateria, cosi chi acquista device con una memoria interna darà un piccolo compenso alla S.I.A.E. la Società Italiana degli Autori ed Editori. Questo emendamento porterà l’Italia ad uniformarsi con gli altri paesi europei…..naturalmente ci uniformiamo solo quando c’è da pagare……..le tasse sulle pensioni in Italia sono le più alte che nel resto d’Europa e siamo il paese in cui la pressione fiscale sul lavoro è la più alta in Europa